Gruppo barocco su strumenti originali

Curricula


Barbara Ferrara, oboe barocco e classico 

Nata a Roma, ha conseguito il Diploma in oboe moderno al “ Conservatorio Santa Cecila “ della sua citta’ natale.
Si è poi perfezionata con i Maestri P. Borgonovo, Th . Indermuehle, E. Abbuehl.
Nel 1989 ha intrapreso lo studi degli oboi storici e della prassi esecutiva filologica alla rinomata “Schola Cantorum Basiliensis“ (CH- Basel) con grandi personalita’ quali Michel Piguet , Jesper Christensen.
Dal 1990 al 1993 ha vinto la borsa di studio del ministero degli esteri italiano offerta dalla Confederazione Elvetica a studenti stranieri .
Dal 1993 al 1995 ha completato i suoi studi al “ Conservatorio Reale“ di Bruxelles, ottenendo il “Diplom Superieur” sotto la guida di Paul Dombrecht.
Nel 1995 ha fatto parte della E.U.B.O. (European Union Baroque Orchestra).
Da allora , in qualita' di oboista e di solista, ha collaborato con le piu’ prestigiose orchestre ed Ensembles Barocchi europei, : “Concerto Koeln” (Colonia –D), “ Basel Kammerorchester”(Basilea-CH), “Il Complesso barocco”, “ Accademia Bizantina” (Ravenna), “Cappella della Pieta’ dei Turchini”, “La Stagione” (Frankfurt-D), “Orchestra dell’ Opera di Zurigo “, “Academia Montis Regalis” ( Mondovi’), “Real Compania Opera da Camara” (Barcellona), "Cappella Mediterranea" (L. Garcia Alarcon) , in qualita' di oboista sotto la direzione di Direttori quali Ivor Bolton , Ton Koopman , Rene' Jacobs ,ed altri ,
Ha inciso per Opus 111, Teldec, Harmonia Mundi France, K 617, Sony.
Con il disco della incisione in prima mondiale della “Sinfonia Concertante  per oboe e fagotto “ di G.Cambini per Opus 111 ha ottenuto vari riconoscimenti  internazionali.
Ha insegnato oboe barocco e prassi esecutiva della musica antica nelle seguenti istituzioni : “Musikhoschule Freiburg “ (Freiburg i.Br. – D) , “Musikhochschule Karlsruhe”  (Karslruhe-D) , Conservatorio "O.Respighi" (Latina)  per complessivi 9 anni .
E' docente di Musica da Camera ed oboe barocco al Conservatorio di Cagliari .
E' membro fondatore dell' Ensemble da camera " Camerata Artemisia Gentileschi" col quale svolge intensa attivita' concertistica.
 
 


Lorenzo Cavasanti, flauto dolce e traversiere

Ha studiato flauto con Kees Boeke,Frans Brüggen e Walter van Hauwe, diplomandosi a Milano con Pedro Memelsdorff.
Membro fondatore di Tripla Concordia, Cavasanti si è guadagnato una reputazione internazionale come maestro di stile, suonando come solista in numerose altre importanti formazioni e orchestre, come Zefiro, Le Concert des Nations, I Sonatori della Gioiosa Marca, Europa Galante, Holland Baroque, Accademia Bizantina, Janas ensemble, Accademia del Ricercare, Icarus, Mozarteumorchester Salzburg, Orchestra Teatro La Scala di Milano.
Ha suonato nelle più prestigiose sale da concerto e festival musicali esibendosi, nel 2000, alla Konzert Haus di Vienna e per i "BBC Proms" alla Royal Albert Hall di Londra. Da questo momento, Lorenzo Cavasanti è ospite dei principali Festivals musicali europei esibendosi tra l’atro alla Cité de la Musique di Parigi, al Mozarteum di Salisburgo (Mozartwoche), al Concertebow  di Amsterdam, al Gran Teatre de Liceu di Barcellona e al Teatro La Scala di Milano.
Ha inciso più di 20 CD. La sua registrazione con Tripla Concordia delle Sonate di Bach e Telemann (flauto dolce e flauto traverso) per l'etichetta spagnola Cantus ("R" di Repertoire, "Magistral" The Record Geijutsu, Giappone) è stata universalmente acclamata per la straordinaria qualità del suono e per la sua "tecnica perfetta" (Alte Musik Aktuell). Insieme al violinista e direttore Fabio Biondi e all’oboista Alfredo Bernardini ha registrato le Triosonate di G.Ph.Telemann (Cd dell’anno di Audio Rewiew, 10 di Repertoire, 10 di Classica). Da citare inoltre i due CD Virgin Classics come solista con il gruppo Europa Galante (Diapason d'Or, Gramophone Editor's Choice).
Lorenzo Cavasanti ha tenuto numerose masterclasses ed è stato insegnante di flauto dolce al Conservatorio della Svizzera italiana.
Dal 2007 è professore all’ Università “Conservatorio Claudio Monteverdi” di Bolzano. E’ docente ospite dell’ESMUC (Escola Superior de Música de Catalunya, Barcelona) e dell’ Universität Mozarteum Salzburg.
Dal 2011 e' membro stabile della "Camerata Artemisia Gentileschi".
 
 


Gabriele Politi, violino barocco

Nato a Palermo, dopo essersi diplomato col massimo dei voti in violino, si è perfezionato con D. Bogdanovic e ha seguito stages tenuti da, R. Koelman, F. Manara E. Melkus, F. Cusano, M. Quarta e C. Romano.
Ha fatto parte dell’Orchestra Giovanile Italiana (OGI), in cui, come concertino dei primi violini e spalla dei secondi, ha suonato in concerti diretti da P. Bellugi, L. Berio, D. Gatti, C. M. Giulini, E. Inbal, G. Sinopoli.
Fra il 2000 e il 2007 e’ stato componente stabile de “I Solisti Aquilani”, con i quali ha suonato anche come prima parte e solista in svariate tournée internazionali.
Interessatosi alla prassi del violino barocco ha studiato con E. Onofri presso il Conservatorio di Palermo. Sotto la sua guida ha ottenuto il Diploma Accademico di II livello col massimo dei voti e la lode, contemporaneamente ha ottenuto anche la Laurea in lettere moderne (110/110) con tesi sulle Sonate op. V di Arcangelo Corelli.
Nell’ambito della musica antica collabora con ensembles specializzati quali Concerto Italiano, l’Accademia Montis Regalis, l’Accademia per Musica, Concerto de' Cavalieri, l’Insieme Strumentale di Roma (ensembles questi, con i quali ha partecipato anche a registrazioni discografiche), l’Orchestra dello Studio di musica antica Antonio il Verso e il Collegio Musicale San Giuliano dei Fiamminghi.
E' membro fondatore della Camerata Artemisia.
 
 


Rebeca Ferri, violoncello barocco

Rebeca Ferri si è diplomata in violoncello al "Conservatorio Santa Cecilia-Roma nel 1998, con Maurizio Gambini.
Ha studiato flauto dolce con Maria De Martini, seguendo anche corsi con Kees Boeke, Michael Schneider, Han Tol, John Tyson and Marcos Volonterio.Si è classificata, con i due strumenti, ai primi posti nei concorsi annuali "Jugend musiziert" ed è stata borsista della "Fondazione Yehudi Menuhin-live music now" in Germania.
Dal 1995 ha approfondito lo studio del violoncello barocco con Anner Bylsma, Gerhart Darmstadt, Roel Dieltiens, Balazs Maté e Stefano Veggetti.Si è diplomata in violoncello barocco con Jaap ter Linden nel 2003, alla "Hochschule fuer Musik Wuerzburg".Ha proseguito i suoi studi di violoncello barocco alla "Hochschule fuer Musik und Theater Muenchen", dove ha conseguito, nel 2007, la "Meisterklasse" con Kristin von der Goltz.
Collabora stabilmente come primo violoncello con ensemble quali " Cappella della Pieta' dei Turchini" , " Freiburgerbarockorchester " , " Academia Montis Regalis" ," La Risonanza" e da due anni e' violoncellista del gruppo romano " Camerata Artemisia Gentileschi" 
 
 


Rhoda Patrick, fagotto barocco e classico

La fagottista scozzese Rhoda Patrick ha iniziato i suoi studi musicali da professionista alla Guildhall School di Londra, ispirata dall’insegnamento di Hans-Jürg Lange, pioniere della prassi musicale antica per il fagotto. Dopo aver vinto alcuni premi (prima al Sir James Caird Award) che la hanno portata ad Amsterdam e poi a Bologna, ha continuato la sua carriera negli strumenti storici a doppia ancia al Teatro di Basilea in Svizzera. Si è ulteriormente specializzata in fagotto con Claude Wassmer -Schola Cantorum– e Danny Bond Royal –Conservatorio Reale de L’Aia.
 
Nelle ultime due decadi Rhoda Patrick ha registrato ed effettuato tournée con i più conosciuti e apprezzati interpreti della musica del periodo barocco e classico come The Orchestra of the 18th Century, Frans Bruggen, Les Arts Florissants, William Christie, Cecilia Bartoli, (il cd “Maria Malibran”).
 
Nel 1993 le è affidata a Lipsia la prima cattedra dedicata al fagotto barocco in Germania in una Hochschule (Alta formazione musicale), dove insegna per 10 anni. Ha tenuto corsi di fagotto e musica da camera a Bressanone, Barbaste (Francia), Michaelstein e Hannover (Germania), e a Hitchin, Little Benslow Chamber Music (Gran Bretagna).
 
 
 

Andrea Coen, clavicembalo e fortepiano

Ha conseguito il diploma di clavicembalo presso il Royal College of Music di Londra e la Laurea in Lettere ad indirizzo musicologico presso l'Università "La Sapienza" di Roma con una tesi sugli inediti tastieristici di Domenico Cimarosa.  Interessatosi fra i primi in Italia alla prassi esecutiva degli antichi strumenti a tastiera, svolge da più di quindici anni una intensa attività concertistica in Italia e in Europa come clavicembalista, organista e fortepianista per le più prestigiose istituzioni musicali e incide per EMI, Denon, Deutsche Harmonia Mundi, Musicaimmagine Records, Dynamic, Bongiovanni e Stradivarius. Suona regolarmente con solisti, direttori e gruppi di fama quali, fra gli altri, Aris Christofellis, Christopher Hogwood, Giovanni e Federico Guglielmo, L'Arte dell'arco, I Solisti Italiani e l'Ensemble Seicentonovecento. Ha pubblicato l'edizione critica dell'integrale delle Sonate per strumento da tasto e dei Sestetti di D.Cimarosa, l' "Intavolatura di Ancona" (1644), l'Intermezzo "Don Chisciotte" di G.B.Martini, rappresentato nella stagione 1992-93 dei "Concerti Italcable" al Teatro Sistina di Roma, e fra il 2000 e il 2003 pubblicherà le opere organistiche, pianistiche e vocali in seno alla Edizione dell'Opera Omnia di Muzio Clementi per i tipi della Ut Orpheus di Bologna. Ha collaborato dal 1986 al 1999 ai programmi musicali di Radio Rai, e attualmente cura e conduce il programma televisivo Anteprima Note&Teatri per Stream TV. Nel 1993 ha ottenuto la "Chiave d'oro" del Teatro dell'Opera di Roma per meriti artistici. E' titolare della cattedra di clavicembalo presso il Conservatorio di Matera  e organista nella Basilica di San Giacomo in Augusta di Roma. Dal 1995, anno della sua fondazione, è Direttore Artistico della rassegna concertistica di solidarietà Musica Umanità. Dal 1995 collabora con il violoncellista e compositore Claudio Ronco, partecipando alla realizzazione del CD "Per Voce e per Violoncello" e, nel luglio 2000 al Festival di musica Kletzmer di Ancona, la prima esecuzione moderna dei canti liturgici ebraici di Michele Bolaffi, Livorno 1826.

 


Luca Cola, contrabasso

Si è diplomato in contrabbasso al Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Ha partecipato a varie produzioni sinfoniche ed operistiche ed ha collaborato con diversi ensembles cameristici sia con strumenti moderni che antichi (come Ensemble 415, Concerto Italiano ecc.). La sua attività si estende dalla musica barocca al repertorio contemporaneo.     
Insegna contrabbasso al Conservatorio “L. Refice” di Frosinone.